Beneficio fiscale per l'abitazione principale.
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 04/05/2011 Autore Mazzaraco Mariagrazia Altri articoli dell'autore


Ai fini ICI, l'utilizzo di più unità immobiliari urbane contemporaneamente e come se fossero "abitazioni principali", anche se distintamente accatastate e produttrici di autonoma rendita catastale, non ostano il soggetto passivo della possibilità di godere del beneficio fiscale.

 

E' quanto affermato nella sentenza n. 3397/2010 della sez. tributaria della Corte di Cassazione che ha richiamato il disposto delle sentenze nn. 25729/2009 e 25902/2008.

 

A detta dei giudici di "ultima cure", giuridicamente, la locuzione "abitazione principale" non è equiparabile all'unità immobiliare iscritta o da iscriversi nel catasto edilizio urbano come si apprende dalla lettura dell'art. 2, 1° co., lett. a) del D.Lgs. n. 504/92, nè ridotto ad un'unica unità immobiliare già identificata al catasto.

 

Il concetto di unità immobiliare è strettamente correlato alla destinazione a cui il contribuente destina il fabbricato, complessivamente considerato, quale abitazione principale. Sicchè, dal combinato disposto della sentenza n. 563/1998 in cui i giudici di legittimità prediligono l'aspetto sostanziale a quello formale e dell'art. 8, 2° co. del D. Lgs. n. 504/92 emerge che, anche la casa composta da più unità immobiliari ma destinata per le sue caratteristiche complessive e per la sua concreta ed inequivocabile funzionalità abitativa ad alloggio abituale o "prima casa", dal nucleo famigliare del soggetto passivo che continua, comunque, a godere dei benefici agevolativi.

 

Ergo, ai sensi dell'art. 1 del D. L. n. 93/08 convertito nella Legge n. 126/08 l'esclusione o l’esenzione dal pagamento del tributo comunale è riconosciuta a tutte le unità immobiliari, concretamente adibite dai soggetti passivi d'imposta, ad "abitazione principale"; le detrazioni d'imposte a cui rimandano i commi 2 e 3 dell'art. 8 del Decreto in parola sono applicabili una volta sola ed esclusivamente su tutte le unità immobiliari adibite ad "abitazione principale" purchè inserite alle categorie catastali A/1 (abitazione di tipo signorile), A/8 (abitazione in ville), A/9 (castelli, palazzi di notevole rilevanza storico-artistica).


Mazzaraco Mariagrazia ^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: fisco

» Tutti gli articoli su overlex in tema di fisco

Siti di interesse per l'argomento: fisco

» Visure camerali on line
Visure, bilanci, protesti on line

» www.legalefiscale.it
News e articoli in materia fiscale






Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading