La perizia nel matrimonio canonico
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 21/02/2011 Autore Avv. Fabio Bellia Altri articoli dell'autore


La sentenza di cui brevemente si tratterà in quest’articolo, concerne un caso così definito:”An constaret de nullitate matrimonii in casu tum ob gravem defectum iudicii tum ob imparem earundem indolem, qua valerent assumere essentialia matyrimonii iura et obligationis”.

Il caso discusso in sede rotale nel novembre del 1998,(Coram Serrano) riguardò un matrimonio fallito dopo alcuni anni.

Il grave difetto di giudizio è una carenza di capacità valutativa che secondo il diritto canonico comprende le forme più varie di impossibilità di valutazione sul matrimonio o sul coniuge.

La perizia psichiatrica ha in genere un grande valore probatorio ma in ultima istanza è l’opinione del giudice quella che conta.

Infatti in questa sentenza anche le perizie effettuate risultarono in qualche modo favorevoli ad una dichiarazione di nullità, i giudici esaminando le testimonianze circa la personalità dei coniugi finirono per dichiarare:”Negativa ad omnia, seu non n constare de matrimonii nullitate in casu…”


Avv. Fabio Bellia ^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: canonico

» Tutti gli articoli su overlex in tema di canonico

Siti di interesse per l'argomento: canonico





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading