Modello 730/2010 : principali novita’
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 10/11/2009 Autore PROF. Dott. Vincenzo Cuzzocrea Altri articoli dell'autore


Il modello di dichiarazione modello di dichiarazione 730 da presentare nell’anno 2010 per i redditi del 2009 presenta delle novità  nel prospetto “Coniuge e familiari a carico”, nel quadro ‘C’ ‐ “Redditi di lavoro dipendente e assimilati”,  nel quadro ‘E’ ‐ “Oneri e Spese” e nel quadro ‘G’ ‐ “Crediti d’imposta”.

In particolare le modifiche che sono state apportate al modello, al fine di adeguarlo alla  normativa tributaria vigente, sono le seguenti:

• Prospetto coniuge e familiari a carico: è stata eliminata la colonna ‘8’, funzionale alla richiesta del “bonus straordinario”. L’art. 1 del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, infatti, ha trovato applicazione solo nella modulistica 2009;

Quadro ‘C’ ‐  Redditi di lavoro dipendente e assimilati:

1.

nella sezione I il rigo ‘C5’ è stato  rinominato “Somme per incremento di produttività” poiché è stato eliminato il riferimento al “lavoro straordinario e/o supplementare”. L’art. 5, c. 1, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, infatti, ha prorogato l’agevolazione prevista dall’art. 2, c. 1, del decreto legge n. 93/2008, limitatamente alle somme percepite per incremento della produttività;

2.

è stata inserita la sezione V nella quale è stato previsto un campo dove indicare la riduzione d’imposta introdotta dall’art 4 el decreto legge n. 185/2008.  Tale beneficio, determinato dal sostituto d’imposta, riguarda il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico.

Quadro ‘E’ – Oneri e spese:

1.

Nella sezione IV, riservata alle spese per le quali spetta la detrazione d’imposta del 20%,  è stata  introdotta la colonna 4 al fine di indicare le spese sostenute per l’acquisto di mobili, elettrodomestici, apparecchi televisivi e computer finalizzati all’arredo dell’immobile ristrutturato. Con riferimento a  tali spese l’art. 2 del decreto legge 10 febbraio 2009 ha previsto l’agevolazione della detrazione d’imposta del 20% da ripartire in cinque anni.

2.

Nella sezione V, riservata alle spese per le quali spetta la detrazione d’imposta del 55%,  è stata  introdotta la nuova colonna 4 ‐ “Rideterminazione rate” ‐ al fine di consentire agli eredi e agli acquirenti  di immobili oggetto di interventi di riqualificazione energetica, realizzati nel 2008, la rideterminazione del numero delle rate residue. La previsione di tale facoltà è contenuta  nell’art. 9‐bis  del decreto interministeriale 19 febbraio 2007;   

1

Quadro ‘G’ –  Crediti d’imposta:

in questo quadro è stata introdotta la sezione IV al fine di consentire ai contribuenti colpiti dal sisma in Abruzzo di fruiredel credito d’imposta con riferimento alle spese sostenute per la riparazione, la ricostruzione o l’acquisto dell’immobile danneggiato. L’agevolazione, prevista dall’art. 3 del decreto legge 28 aprile 2009, n. 39,  viene  disciplinata dalle ordinanze n. 3779 del 6 giugno 2009 e n. 3790 del 9 luglio 2009. La nuova sezione è composta da due righi, dei quali il primo è  riferito all’abitazione principale e il secondo ad altri immobili.

Per visualizzare la nuova bozza del Modello 730/2010 clicca qui


PROF. Dott. Vincenzo Cuzzocrea
Consulente fiscale
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: fisco

» Tutti gli articoli su overlex in tema di fisco

Siti di interesse per l'argomento: fisco

» Visure camerali on line
Visure, bilanci, protesti on line

» www.legalefiscale.it
News e articoli in materia fiscale






Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading