Validità dell'istanza di rimborso inviata a un ufficio incompetente
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 26/06/2005 Autore Redazione Altri articoli dell'autore



Commissione tributaria regionale dell'Emilia Romagna


Il contribuente ha diritto a rivolgersi alla sede territoriale in base al suo domicilio fiscale

E' da ritenersi validamente presentata l'istanza di rimborso inviata a un ufficio dell'Agenzia delle Entrate non competente, che è tenuto, in tal caso, alla trasmissione della richiesta a quello ritenuto competente a decidere.
Questo, in sintesi, il contenuto della sentenza n. 48/05 emanata il 9 maggio 2005 dalla Commissione tributaria regionale dell'Emilia Romagna, sezione 12, depositata il 27 maggio 2005.

Il caso affrontato dalla Commissione tributaria regionale
La controversia nasce da una richiesta di rimborso presentata da una società in materia di credito d'imposta sui dividendi in applicazione della Convenzione contro le doppie imposizioni in vigore tra l'Italia e il Regno Unito.
In particolare, l'istanza era stata presentata:

* al Centro di servizio di Bologna, nel 2000, in relazione al credito d'imposta spettante sull'utile dell'anno 1999
* all'ufficio locale dell'Agenzia delle Entrate, nel 2002, in relazione al credito d'imposta spettante sull'utile dell'anno 2000.

Successivamente, e per l'esattezza nel 2003, l'istanza era stata inviata al Centro di servizio di Pescara.
Avverso il silenzio rifiuto di quest'ultimo, la società ha proposto ricorso alla Commissione tributaria provinciale che lo ha respinto, ritenendolo del tutto carente sotto il profilo della documentazione comprovante il diritto al rimborso.

Contro tale sentenza, la società ha proposto ricorso precisando che:

* la documentazione era in possesso dell'Amministrazione finanziaria in quanto allegata alle istanze di rimborso
* al ricorso presentato in primo grado erano state allegate le prime due istanze di rimborso a suo tempo inviate
* il giudice di primo grado poteva chiedere alle parti, ai sensi dell'articolo 7 del Dlgs n. 549/1992, la produzione della documentazione mancante.

La posizione della Commissione tributaria regionale
La Commissione tributaria regionale dell'Emilia Romagna ha ritenuto meritevole di accoglimento l'appello proposto dal contribuente.
In particolare, ha precisato che, fermo restando che il Centro di servizio (ancora operativo all'epoca dei fatti) è un organo dell'Amministrazione finanziaria, ai fini della competenza territoriale, il contribuente, per legge, è tenuto a presentare le proprie istanze all'ufficio territorialmente competente in base al proprio domicilio fiscale.
In caso di errore della presentazione dell'istanza di rimborso o della dichiarazione, l'ufficio ricevente è tenuto alla trasmissione a quello ritenuto competente a decidere.

Nella fattispecie in esame, il contribuente aveva presentato due istanze, di cui la prima all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate competente per territorio e, stante il silenzio-rigetto, non poteva che presentare ricorso alla Commissione tributaria provinciale nella cui circoscrizione ha sede l'ufficio al quale spettano le attribuzioni sul tributo controverso.
In caso contrario, diventerebbe alquanto gravoso, oltre che iniquo, per il contribuente ricorrere al Centro di servizio ove l'Amministrazione finanziaria, di volta in volta, potrebbe concentrare le richieste dei contribuenti.
Secondo i giudici di appello, l'Amministrazione finanziaria è unica; pertanto, il contribuente, in via generale, ha diritto a rivolgersi alla sede territorialmente competente in relazione al suo domicilio fiscale.

Saverio Cinieri

Fonte: Saverio Cinieri . http://www.fiscooggi.it


Redazione
www.overlex.com
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: fisco

» Tutti gli articoli su overlex in tema di fisco

Siti di interesse per l'argomento: fisco

» Visure camerali on line
Visure, bilanci, protesti on line

» www.legalefiscale.it
News e articoli in materia fiscale






Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading