Calendario dichiarazioni/scadenze fiscali 2008 (agg. 06/2008)
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 03/06/2008 Autore Rag. Giuseppe Zambon Altri articoli dell'autore


CALENDARIO PER LA PRESENTAZIONE DELLE PRINCIPALI DICHIARAZIONI FISCALI CON SCADENZA NELL’ANNO 2008 (e relativi versamenti) (Escluso Mod. 730) AGGIORNATO AL 02.06.2008

Tutte le novità 2008 sono state evidenziate per una più rapida ricerca.

TUTTI I TERMINI INDICATI NELLO SCADENZARIO (salvo diversa specifica indicazione) SONO QUELLI DI INVIO TELEMATICO E CORRISPONDONO SEMPRE AL TERMINE ULTIMO DI PRESENTAZIONE DEI MODELLI.

T E R M I N I F I S S I

31/01/2008 Scadenza relativa alla sola presentazione telematica essendo scaduta il 31.12. 2007 la presentazione cartacea

EREDI per dichiarare (entro sei mesi) i redditi e le variazioni ICI anno 2006 delle persone (NON in possesso di partita IVA) decedute tra il 21.02.2007 e il 31.07.2007, che non vi avessero già autonomamente provveduto (utilizzare il Modello UNICO/2007).

29/02/2008 Trasmissione dei riepiloghi forniture stampati fiscali da parte delle tipografie autorizzate alla stampa e dei soggetti autorizzati alla rivendita, relativamente alle forniture effettuate nel 2007. Telematico obbligatorio

29/02/2008 Presentazione comunicazione annuale IVA. Telematico obbligatorio

A partire dal periodo d’imposta 2002 è stato istituito, in luogo delle dichiarazioni periodiche, l’obbligo di presentare una comunicazione sintetica annuale entro il mese di febbraio dell’anno solare successivo anche in assenza di operazioni imponibili e ciò per ottemperare al calcolo delle “risorse proprie” che ciascuno Stato membro delle U.E. deve versare al bilancio comunitario.

Sono esonerati:

§  Ditte individuali e professionisti con volume d’affari fino a € 25.822,84;

§  Contribuenti non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale IVA per l’anno cui si riferisce la comunicazione; (per la casistica vedi elenco nella sezione relativa al versamento dell’acconto IVA).

§  Soggetti che effettuano solo operazioni esenti o hanno optato per l’esonero da adempimenti dell’art. 36-bis, ancorché debbano presentare la dichiarazione IVA per la rettifica della detrazione o per denunciare l’acquisto di oro o argento con il metodo del reverse-charge;

§  Tutti i soggetti elencati nell’art. 74 del T.U.I.R.: organi e amministrazioni dello Stato, enti locali e loro consorzi, enti pubblici con funzioni statali, previdenziali, assistenziali e sanitarie, comprese le A.S.L.;

§  Soggetti sottoposti a procedure concorsuali.

31/03/2008 new Scadenza relativa alla sola presentazione telematica

EREDI per dichiarare (entro sei mesi) i redditi e le variazioni ICI anno 2006 delle persone (in possesso di partita IVA) decedute tra il 21.02.2007 e il 30.09.2007, che non vi avessero già autonomamente provveduto (utilizzare il Modello UNICO/2007).

29/04/2008 new Presentazione degli ELENCHI CLIENTI E FORNITORI eccetto le associazioni di promozione sociale e di volontariato e le ONLUS (vedi 30.06.2008); - Telematico obbligatorio –

Gli elenchi dovranno contenere le fatture ricevute ed emesse nell’anno 2007 da e nei confronti dei soli soggetti IVA. Per ogni soggetto è obbligatorio indicare codice fiscale e partita IVA, ma per gli anni 2007 e 2008 (elenchi 2006 e 2007) è concesso di indicare la sola Partita IVA in entrambi gli elenchi. Dal 2009 (elenchi 2008), e quindi a regime, nell’elenco clienti andranno inoltre inserite anche le fatture emesse nei confronti di privati non imprenditori. Il Decreto direttoriale del 25/05/2007 individua, inoltre, i contenuti e le modalità di invio. SONO PREVISTE ESENZIONI DI NATURA SOGGETTIVA (soggetti in franchigia, enti pubblici e altri enti senza fine di lucro per le sole operazioni istituzionali; risulteranno, inoltre, esonerati dal 2009, per gli elenchi 2008 e successivi, i contribuenti cosiddetti “minimi” come previsto dalla Finanziaria 2008). Gli elenchi dovranno contenere:

§  l’importo delle operazioni imponibili, non imponibili ed esenti, al netto delle relative note di variazione;

§  l’importo complessivo delle eventuali note di variazione e dell’eventuale imposta relativa, riguardanti annualità precedenti;

§  l’importo delle esportazioni c.d. “indirette” nei confronti di esportatori abituali (art. 8/c);

§  NON è invece prevista l’indicazione degli importi relativi alle operazioni intracomunitarie (sia acquisti che cessioni), alle importazioni e alle esportazioni “dirette” (art. 8 a/b)

Negli elenchi dovranno essere indicati gli importi dei documenti “emessi” nella rispettiva annualità in base alla data di emissione (e non di registrazione) della fattura. Eventuali elenchi sostitutivi, correttivi o integrativi possono essere inviati entro il 29.05.2008.

Per i soli elenchi relativi alle annualità 2006 e 2007, inoltre, sono escluse dall’obbligo della comunicazione le fatture di importo inferiore ad € 154,94 registrate cumulativamente, le fatture di cui non è obbligatoria la registrazione ai fini IVA, le fatture emesse annotate nel registro dei corrispettivi dai dettaglianti e le note di variazione riferite ad anni precedenti.

***Attenzione*** Per gli elenchi relativi all’anno 2007 non si ripete l’esonero, valevole per il solo 2006, per le imprese e i professionisti, che hanno tenuto la contabilità semplificata..

30/04/2008 new Trasmissione da parte delle “strutture sanitarie private” (cliniche, case di cura, ecc.) della comunicazione dei compensi complessivamente riscossi, quali soggetti obbligati in nome e per conto di ciascun percipiente che abbia effettuato prestazioni di lavoro autonomo mediche, paramediche, veterinarie, all’interno della struttura concessa in uso a qualsiasi titolo. Il modello deve essere inviato entro il 30 aprile di ciascun anno. Per il 2007, primo anno di applicazione, dovranno essere comunicati i compensi riscossi tra il 01.03.2007 e il 31.12.2007. Eventuali comunicazioni sostitutive, correttive o integrative devono comunque essere presentate entro la scadenza del 30.04.2008. Telematico obbligatorio

30/06/2008 new Presentazione ELENCHI CLIENTI E FORNITORI per associazioni di promozione sociale e di volontariato e per ONLUS (vedi dettaglio alla data del 29/04/2008) - Telematico obbligatorio -

Nel 2007 (elenchi 2006) erano state esonerate anche le associazioni di promozione sociale (L. 383/2000), le associazioni di volontariato iscritte nei registri nazionali, regionali e provinciali (L. 266/1991) e le ONLUS iscritte nella specifica anagrafe (D.Lgs. 460/1997); la Manovra d’estate 2007 (D.L. 81/07) aveva previsto che entro il 17/08/2007 dovesse essere emanato un Decreto del MEF per stabilire i termini e le semplificazioni per l’anno 2007 (elenchi 2008) per questi soggetti temporaneamente esclusi, ma solo il 3 aprile 2008 vede la luce un Decreto di proroga al 30.06.2008 con la semplificazione riguardante il solo anno 2007 di poter omettere nell’elenco fornitori i dati relativi agli acquisti di beni e servizi utilizzati promiscuamente nell’esercizio di attività commerciali e attività senza diritto alla detrazione IVA.

30/06/2008 Presentazione solo CARTACEA del modello UNICO/2008 PF

§  La possibilità di presentazione cartacea del mod. UNICO in Banca o Posta, è stata soppressa dalla Finanziaria 2008 (con decorrenza dai redditi 2007) con la sola eccezione per coloro che non potendo presentare il mod. 730 perché privi di datore di lavoro o non titolari di pensione potranno presentarlo ENTRO IL 30 GIUGNO 2008 SOLO IN POSTA.

§  Dichiarazione ICI di tutti i soggetti precedentemente individuati, per le variazioni intervenute nel 2007; (Non telematico) (*vedi nota)

10/07/2008 new Trasmissione delle Certificazioni rilasciate dai sostituti d’imposta (c.d.

Mod. 770/2008 Semplificato) Telematico obbligatorio

Con un emendamento inserito nel testo del decreto milleproroghe (D.L.248/07) è stata spostata la presentazione del mod. 770 semplificato al 31.05.2008 dall’originaria scadenza del 31.03.2008, di cui era stata inizialmente promessa la proroga al 30.04.2008 con un semplice comunicato stampa; viene poi ulteriormente prorogato da ultimo il 29/05/2008 con “annuncio” del sottosegretario di un D.L. approvato il 30.05.08 in corso di pubblicazione in G.U.

§  Obbligatoria per tutti i sostituti d’imposta (comprese le amministrazioni dello Stato, anche con ordinamento autonomo e ***NOVITA’***i trust residenti) che hanno operato nel 2007 ritenute sui redditi a norma degli artt. 23, 24, 25, 25bis e 29 del D.P.R. 600/73 (redditi di lavoro dipendente e assimilati, indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione (con separata indicazione di quelle maturate dal 01.01.2007), redditi di lavoro autonomo, provvigioni, prestazioni di servizi rese ai condomini, e redditi diversi tra cui anche i compensi derivanti dagli obblighi di fare, non fare o permettere), nonché corrisposto compensi soggetti a contributi previdenziali e assistenziali dovuti all’INPS, all’INPDAP e all’IPOST e/o premi assicurativi dovuti all’INAIL, e/o hanno prestato assistenza fiscale nel 2007 per il periodo d’imposta 2006 sia in proprio, sia dopo aver ricevuto il mod. 730/4 da parte di un C.A.F.; il curatore fallimentare e il commissario liquidatore assumono la veste di sostituto d’imposta e sono quindi tenuti a tutti gli obblighi conseguenti di ritenuta e di certificazione, con rilascio quindi anche del modello CUD, e presentazione della relativa dichiarazione mod. 770 semplificato.

§  Non è trasmissibile con il mod. UNICO/2008.

§  I quadri riepilogativi ST e SX possono essere trasmessi insieme al mod. 770/2008 Semplificato alla scadenza del 31/03/2008, ma solo se il contribuente non ha effettuato compensazioni (interne) con le ritenute riepilogate nel mod. 770/2008 Ordinario da presentarsi entro il 31/07/2008 (non rilevano eventuali compensazioni “esterne” effettuate tramite il mod. F24).

§  ***NOVITA’*** E’ stato reintrodotto il quadro SS con i dati riassuntivi delle ritenute IRPEF operate, di quelle sospese, delle addizionali trattenute in qualità di sostituto d’imposta o in assistenza fiscale e dei relativi versamenti.

§  E’ scomponibile in DUE parti che possono essere predisposte quindi da più soggetti diversi da quello che invierà l’eventuale mod. 770/2008 Ordinario. Le parti suddivise dovranno contenere entrambe il frontespizio; una parte poi dovrà contenere i redditi di lavoro dipendente e assimilati, le indennità di fine rapporto, le prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, i contributi previdenziali, i premi assicurativi e i dati dell’assistenza fiscale, mentre l’altra parte dovrà contenere solamente i redditi di lavoro autonomo, le provvigioni e i redditi diversi. I quadri riepilogativi ST e SX, se non vige l’obbligo di allegarli al mod. 770/2008 Ordinario (a causa di compensazioni interne tra Ordinario e Semplificato), potranno essere allegati, anche separatamente, alla parte del mod. 770/2008 Semplificato alla quale si riferiscono le ritenute riepilogate, solo se non sono state effettuate compensazioni (interne) fra i tributi riepilogati nei modelli separati. (non rilevano eventuali compensazioni “esterne” effettuate tramite il mod. F24).

31/07/2008 new Dichiarazione mod. 770/2008 Ordinario Telematico obbligatorio

§  Obbligatoria per tutti i sostituti d’imposta (comprese le amministrazioni dello Stato, anche con ordinamento autonomo e ***NOVITA’*** i trust residenti), gli intermediari e gli altri soggetti obbligati alle comunicazioni da effettuarsi ai sensi degli artt. 6, c.2 e 10, c.1 del D.Lgs. 461/97 riferite al capital gain, che hanno operato nel 2007 ritenute sui redditi e sulle plusvalenze, diverse da quelle da dichiararsi entro il 30 settembre con il mod. 770/2008 Semplificato (dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale e operazioni di natura finanziaria), nonché i dati riassuntivi relativi alle indennità di esproprio; il curatore fallimentare e il commissario liquidatore assumono la veste di sostituto d’imposta e sono quindi tenuti a tutti gli obblighi conseguenti di ritenuta, di certificazione e presentazione della relativa dichiarazione mod. 770 ordinario relativamente alle ritenute operate sulle somme corrisposte in sede di riparto.

§  ***NOVITA’*** E’ stato reintrodotto il quadro SS con i dati riassuntivi delle ritenute operate, sospese, d’acconto, d’imposta, ecc. indicate nei vari quadri che compongono il modello.

§  Deve contenere i quadri ST e SX riepilogativi delle ritenute relative alle somme erogate e dichiarate con il modello ordinario, mentre quelle relative ai compensi eventualmente dichiarati con il mod. 770/2008 Semplificato, vanno obbligatoriamente indicate solo se sono state effettuate compensazioni (interne) di ritenute riepilogate nei due diversi modelli, altrimenti possono essere allegati allo stesso modello 770/2008 Semplificato (non rilevano le eventuali compensazioni “esterne” effettuate con il mod. F24).

§  Non è trasmissibile con il mod. UNICO/2008.

§  Non è scomponibile in più parti e può essere inviato da soggetto diverso da quello/i che ha/hanno inviato il mod. 770/2008 Semplificato.

31/07/2008 Dichiarazione IVA/2008 autonoma soggetti NON AMMESSI ALL’UNICO Telematico obbligatorio:

(Per la casistica di esonero dalla dichiarazione IVA vedi elenco nella sezione relativa al versamento dell’acconto IVA) Attenzione: eventuale versamento a saldo entro il 16/03/07 (Vedi la sezione “Termini di versamento”)

§  Contribuenti (escluse persone fisiche) con esercizio non coincidente con l’anno solare (in quanto a cavallo di più esercizi) o inferiore all’anno e non in corso al 31.12.2007, anche se presenta la dichiarazione l’avente causa nelle trasformazioni sostanziali soggettive (incorporazioni, fusioni, scissioni, conferimenti, ecc.) che prevedono l’estinzione del soggetto dante causa;

§  Venditori “porta a porta” ed altri eventuali soggetti con ritenuta di imposta che, non avendo altri redditi da dichiarare, non hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi e dell’IRAP;

§  Rappresentanti fiscali di soggetti non residenti e senza stabile organizzazione in Italia per la dichiarazione dei loro rappresentati e soggetti non residenti identificati direttamente sulla ex art. 35-ter DPR 633/72;

§  Curatori fallimentari per i soggetti falliti e commissari liquidatori per i soggetti sottoposti a liquidazione coatta amministrativa, se la nomina è avvenuta nel corso del 2007 ed entro il 31.03.2007; (vedi primo termine mobile);

§  Società controllanti e controllate che hanno utilizzato la procedura di liquidazione dell’IVA di gruppo ex art. 73 D.P.R. 633/72, anche per periodi inferiori all’anno, anche se presenta la dichiarazione l’avente causa nelle trasformazioni sostanziali soggettive (incorporazioni, fusioni, scissioni, conferimenti, ecc.);

30/09/2008 new Dichiarazioni di società di persone e di persone fisiche

Termine così prorogato, rispetto all’originaria scadenza del 31.07.2008, in data 29/05/2008 con “annuncio” da parte del sottosegretario di un Decreto Legge approvato il 30.05.2008 in corso di pubblicazione in G.U. Telematico obbligatorio

- Rimborsi IVA e dichiarazione ICI (solo cartaceo)

Le persone fisiche NON titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo se inviano il mod. UNICO/PF in forma cartacea dall’estero utilizzano entro il 30.09.2008 (termine prorogato) la raccomandata postale o sistema equivalente avente data certa.

La Finanziaria 2008 stabilisce che la dichiarazione IRAP dal 2009 (redditi 2008) esce dal modello UNICO in attesa di diventare, a tutti gli effetti, un’imposta regionale. Dovrà essere presentata direttamente alla Regione o alla Provincia autonoma. E’ prevista l’emanazione di un decreto di natura regolamentare del MEF (da emanarsi entro il 31.03.2008) che stabilirà termini e modalità di presentazione.

§  Mod. UNICO/2008 PF e SP: periodo normale d’imposta.

§  Dichiarazione IRAP/2008: periodo normale d’imposta (compresa in UNICO per l’ultimo anno; dal 2009 andrà presentata alla Regione o alla Provincia autonoma competente per il domicilio fiscale si presume con modalità telematica obbligatoria).

§  Società di persone per scioglimenti senza preventiva messa in liquidazione rogitati nel corso del 2007 e per quelli generati, nello stesso periodo, dalla mancata ricostituzione nei sei mesi della pluralità de soci;

§  Dichiarazione separata IRAP per i soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi, ma non ammessi all’UNICO (vedi elenco relativamente alla dichiarazione IVA autonoma);

Questa tipologia dichiarativa diventerà superflua stante la fuoriuscita della dichiarazione IRAP dal mod. UNICO/2009

§  Mod. VR/2008 per la richiesta di rimborsi IVA da presentare all’Agente della riscossione per qualunque soggetto d’imposta. Presentazione possibile solo in modalità cartacea

§  Curatori di eredità giacenti e amministratori di eredità devolute sotto condizione sospensiva in favore di nascituri non ancora concepiti, per le dichiarazioni dei redditi derivanti dai cespiti ereditari relative al periodo d’imposta nel quale hanno assunto le rispettive funzioni e ai periodi d’imposta successivi fino a quello antecedente la cessazione delle funzioni stesse (qualora il chiamato all’eredità sia persona fisica o soggetto non noto) (vedi anche terzo termine mobile);

§  UNICO/2008 PF presentato dagli eredi per contribuenti deceduti nel corso dell’anno 2007 ed entro il 20.02.2008;

§  Dichiarazione ICI di tutti i soggetti precedentemente individuati, per le variazioni intervenute nel 2007; (Non telematico) (*vedi nota)

§  Quadro RT (plusvalenze su cessione di partecipazioni sociali) e modulo RW (investimenti e attività finanziarie all'estero) del Mod. UNICO PF da parte di contribuenti che hanno compilato il mod. 730/2008 o non sono tenuti alla compilazione della dichiarazione dei redditi;

§  Quadro AC del Mod. UNICO PF, relativo all'elenco dei fornitori, da parte degli amministratori di condominio in carica al 31.12.2007 che non sono obbligati alla compilazione della dichiarazione dei redditi o che hanno compilato il mod. 730/2008;

30/09/2008 new Dichiarazioni dei soggetti sotto elencati con obbligo dichiarativo scadente tra il 01.05.2008 e il 29.09.2008 normalmente soggetti al termine mobile della fine del settimo mese successivo (secondo termine mobile)

Termine così fissato, rispetto all’originario termine mobile della fine del settimo mese, in data 29/05/2008 con “annuncio” da parte del sottosegretario di un Decreto Legge approvato il 30.05.2008 in corso di pubblicazione in G.U. Telematico obbligatorio

- Rimborsi IVA e dichiarazione ICI (solo cartaceo -

§  Dichiarazione separata IRES, ovvero mod. UNICO SC di soggetti IRES con chiusura del periodo d’imposta compresa tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Dichiarazione separata IRES ovvero Mod. UNICO ENC di Enti non commerciali ed equiparati con chiusura del periodo d’imposta compresa tra il 01.10.2007 al 31.01.2008:

ü  Associazioni non riconosciute;

ü  Enti non commerciali e non profit in genere;

ü  ONLUS;

ü  Enti non commerciali e società semplici ed equiparate non residenti.

§  Dichiarazione IRAP sia SC che ENC con chiusura del periodo d’imposta compresa tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008; (compresa in UNICO per l’ultimo anno; dal 2009 andrà presentata alla Regione o alla Provincia autonoma competente per il domicilio fiscale si presume con modalità telematica obbligatoria).

§  Soggetti IRES per la frazione d’esercizio ante liquidazione, quando la delibera di liquidazione ha effetto tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Soggetti IRES in liquidazione con chiusura della stessa o con bilancio finale depositato tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Società di capitali e di persone che hanno subito trasformazioni, fusioni e scissioni con decorrenza degli effetti fiscali compresa tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Società di persone per liquidazioni deliberate e/o concluse i cui effetti si manifestano tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Curatori fallimentari e commissari liquidatori con nomina avvenuta e/o procedura conclusa tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008, per le dichiarazioni ai fini IRES e IRAP sia relative al periodo ante procedura, sia relative al maxiperiodo della procedura concorsuale; (soggetti non ammessi all’UNICO)

§  Enti non commerciali ed equiparati per la frazione d’esercizio ante liquidazione, quando la stessa è stata deliberata tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Enti non commerciali ed equiparati in liquidazione con chiusura della stessa avvenuta tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Dichiarazione ICI per tutti i soggetti precedentemente individuati, per le variazioni intervenute nel corso del 2007 (vedi nota a margine dei termini fissi) (Non telematico)

§  Dichiarazione IRAP/ENC-AP per i soggetti NON tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi con periodo d’imposta chiuso tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

Questa tipologia dichiarativa diventerà superflua stante la fuoriuscita della dichiarazione IRAP dal mod. UNICO/2009

§  Modulo RW (investimenti e attività finanziarie all’estero) del Mod. UNICO ENC per i soggetti NON tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi con periodo d’imposta chiuso tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008;

§  Quadro AC del Mod. UNICO ENC (elenco dei fornitori da compilarsi da parte degli amministratori di condominio in carica al 31.12. 2007) per i soggetti NON tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi, con periodo d’imposta chiuso tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008.

N.B. Tra i soggetti IRES sopraelencati sono comprese anche le società di ogni tipo (escluse quelle semplici) e gli enti commerciali non residenti per i redditi prodotti in Italia.

(*) Le istruzioni alla dichiarazione ICI, approvate con decreto ministeriale, recitano letteralmente: “La dichiarazione deve essere presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi”. ***Si ricorda che il 31 luglio (30 settembre in seguito a proroga) dovrebbe essere il termine stabilito anche per chi presenta il mod. 730 –Secondo l’Agenzia il termine sarebbe il 25 giugno (prorogato al 10 luglio) come da risposta ad una videoconferenza, che però non è mai stata trascritta in circolare*** ***ATTENZIONE*** Con decreto 23.04.2008 di approvazione del modello, è riconosciuta ai comuni la facoltà di stabilire autonomamente (entro il 31.05.2008) con regolamento la scadenza per la presentazione della dichiarazione ICI, svincolata da quella della dichiarazione dei redditi.

(*)****New**** In data 18.12.2007, in ritardo di un anno sulla tabella di marcia, il Direttore dell’Agenzia del Territorio ha varato il provvedimento che accerta l’effettiva circolazione e fruizione dei dati catastali. A partire dal 2008, quindi, non si dovrà più presentare, nella maggior parte dei casi, la dichiarazione ai fini ICI con la sola eccezione della presentazione per la richiesta di riduzioni o agevolazioni previste per legge (quali ad. es. la detrazione per la prima casa o per fabbricati inagibili o inabitabili) e qualora le variazioni dipendano da atti non trasmissibili telematicamente con la disciplina del modello unico informatico (MUI), quali le volture di intestazioni o il valore delle aree edificabili.

***ATTENZIONE*** Per il 2007 vige ancora l’obbligo di presentare la dichiarazione ICI anche per tutti gli atti formati o autenticati prima del 01.06.2007, per i quali è stata estesa solo da detta data la procedura MUI.

Si ricorda che la comunicazione di variazione ai fini ICI, in seguito all’abrogazione avvenuta con la Legge Finanziaria 2007 della norma che la istituiva, non era più adottabile già nel 2007 dai quei comuni che ancora non l’avevano introdotta, e, se già introdotta, è stata resa inefficace con decorrenza successiva all’emanazione del decreto del Territorio.

La “banca dati catastale” sarebbe dovuta essere operativa dal 30.12.2006 (come da Circolare 7/06 del Territorio), ma, di fatto, mancava ancora il provvedimento direttoriale dell’Agenzia del Territorio che doveva accertare l’effettiva fruizione e circolazione dei dati catastali (D.Lgs. 82/05), per l’emanazione del quale serviva un decreto del Territorio di concerto con un all’epoca fantomatico “Comitato per le regole tecniche sui dati territoriali delle pubbliche amministrazioni” composto da ben 19 membri, che è stato formalmente istituito con Regolamento – Decreto n. 237 del 02.05.2006, ma che viene costituito solo otto mesi dopo con DPCM del 30.08.2007. Ora, con il provvedimento del 18.12.2007, viene posto l’ultimo tassello del puzzle, dopo che il 13.11.2007, con un altro Decreto Direttoriale, l’Agenzia del territorio ha definito le regole tecnico-economiche per l’utilizzo della base dati catastale per via telematica da parte dei sistemi informatici delle altre amministrazioni.

****** (anticipazione del calendario 2009) ******

31/01/2009 new Telematico obbligatorio

EREDI per dichiarare (entro sei mesi) i redditi e le variazioni ICI anno 2007 per i soggetti che non vi avessero già autonomamente provveduto, deceduti tra il 21.02.2008 e il 31.07.2008. (utilizzare il modello UNICO/2008)

La presentazione cartacea è possibile solo in Posta per chi non poteva presentare il 730 perché privo di datore di lavoro o non titolare di pensione

T E R M I N I M O B I L I

I termini mobili prendono in considerazione le dichiarazioni che SCADONO POTENZIALMENTE NELL’ANNO SOLARE 2008, e vanno utilizzati quando la fattispecie ricercata dall’utilizzatore di questo calendario non rientra in nessun termine fisso.

Valgono per i successivi termini mobili le stesse considerazioni effettuate nella nota finale a margine dei termini fissi per l’invio di UNICO PF e SP, per quanto concerne la scadenza e le modalità di presentazione delle dichiarazioni ICI e la sua parziale eliminazione.

Tutte le date di approvazione, deposito e delibera, di chiusura del periodo d’imposta e di decorrenza degli effetti, indicate nei termini mobili sono funzionali alla scadenza per l’invio telematico.

La Finanziaria 2008 stabilisce che la dichiarazione IRAP dal 2009 (redditi 2008) esce dal modello UNICO in attesa di diventare, a tutti gli effetti, un’imposta regionale. Dovrà essere presentata direttamente alla Regione o alla Provincia autonoma. E’ prevista l’emanazione di un decreto di natura regolamentare del MEF (da emanarsi entro il 31.03.2008) che stabilirà termini e modalità di presentazione.

Primo

Termine mobile: Entro quattro mesi dalla data della nomina

Soggetti non ammessi all’UNICO

§  Curatori fallimentari e commissari liquidatori per la dichiarazione IVA dell’anno solare precedente alla nomina se la stessa è avvenuta fra il 01.09.2007 e il 31.12.2007 (IVA 2006 - mod. IVA/2007) e fra il 01.01.2008 e il 31.08.2008 (IVA 2007 - mod. IVA/2008), nel caso in cui la dichiarazione non sia già stata presentata dal contribuente; Telematico obbligatorio.

§  Medesimi soggetti di cui sopra per la comunicazione mod. 74 bis (per l’eventuale insinuazione al passivo) delle operazioni registrate dal 1° gennaio e fino alla data di dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa per nomine ottenute tra il 01.09.2007 e il 31.08.2008. Telematico NON obbligatorio (cartaceo da presentare all’Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate).

Secondo

Termine mobile: Entro l’ultimo giorno del settimo mese dalla chiusura del periodo d’imposta o dalla decorrenza degli effetti. Per il periodo intermedio tra il 01.10.2007 e il 31.01.2008 vedi scadenza fissa straordinaria del 30.09.2008 Telematico obbligatorio.

§  Dichiarazione separata IRES ovvero mod. UNICO SC di soggetti IRES con chiusura del periodo d’imposta compresa tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Dichiarazione separata IRES ovvero Mod. UNICO ENC di Enti non commerciali ed equiparati con chiusura del periodo d’imposta compresa tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008:

ü  Associazioni non riconosciute;

ü  Enti non commerciali e non profit in genere;

ü  ONLUS;

ü  Enti non commerciali e società semplici ed equiparate non residenti.

§  Dichiarazione IRAP sia SC che ENC con chiusura del periodo d’imposta compresa tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008; (compresa in UNICO per l’ultimo anno; dal 2009 andrà presentata alla Regione o alla Provincia autonoma competente per il domicilio fiscale si presume con modalità telematica obbligatoria).

§  Soggetti IRES per la frazione d’esercizio ante liquidazione, quando la delibera di liquidazione ha effetto tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Soggetti IRES in liquidazione con chiusura della stessa o con bilancio finale depositato tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Società di capitali e di persone che hanno subito trasformazioni, fusioni e scissioni con decorrenza degli effetti fiscali compresa tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Società di persone e imprese individuali per liquidazioni deliberate e/o concluse i cui effetti si manifestano tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Curatori fallimentari e commissari liquidatori (anche di ditte individuali) con nomina avvenuta e/o procedura conclusa tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008, per le dichiarazioni ai fini IRES, IRPEF e IRAP sia relative al periodo ante procedura, sia relative al maxiperiodo della procedura concorsuale; (soggetti non ammessi all’UNICO)

§  Curatori di eredità giacenti, per le dichiarazioni dei redditi derivanti dai cespiti ereditari, relative al periodo d’imposta nel quale hanno assunto le rispettive funzioni e ai periodi d’imposta successivi fino a quello antecedente la cessazione delle funzioni stesse (qualora il chiamato all’eredità sia soggetto diverso da persona fisica o da soggetto non noto) (vedi anche terzo termine mobile);

§  Enti non commerciali ed equiparati per la frazione d’esercizio ante liquidazione, quando la stessa è stata deliberata tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Enti non commerciali ed equiparati in liquidazione con chiusura della stessa avvenuta tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  ***ATTENZIONE*** In seguito alla fissazione della data del 30.09.2008 per presentare il modello UNICO che comprende il 31.12.2007, la Dichiarazione ICI è soggetta in termine fisso alla medesima scadenza per tutti i soggetti precedentemente individuati, per le variazioni intervenute nel corso del 2007 (vedi nota a margine dei termini fissi) (Non telematico)

§  Dichiarazione IRAP/ENC-AP per i soggetti NON tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi con periodo d’imposta chiuso tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

Questa tipologia dichiarativa diventerà superflua stante la fuoriuscita della dichiarazione IRAP dal mod. UNICO/2009

§  Modulo RW (investimenti e attività finanziarie all’estero) del Mod. UNICO ENC per i soggetti NON tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi con periodo d’imposta chiuso tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008;

§  Quadro AC del Mod. UNICO ENC (elenco dei fornitori da compilarsi da parte degli amministratori di condominio in carica al 31.12. 2007) per i soggetti NON tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi, con periodo d’imposta chiuso tra il 01.06 e il 30.09.2007 e tra il 01.02 e il 31.05.2008 .

N.B. Tra i soggetti IRES sopraelencati sono comprese anche le società di ogni tipo (escluse quelle semplici) e gli enti commerciali non residenti per i redditi prodotti in Italia.

Terzo

Termine mobile: Entro 6 mesi dalla data di assunzione delle funzioni:

§  Curatori di eredità giacenti e amministratori di eredità devolute sotto condizione sospensiva in favore di nascituri non ancora concepiti per le dichiarazioni dei redditi dei cespiti ereditari relative al periodo d’imposta nel quale si è aperta la successione (se anteriore a quello di assunzione delle funzioni) e agli altri periodi d’imposta già decorsi anteriormente a quest’ultimo;

§  Medesimi soggetti di cui sopra per la dichiarazione dell’ultimo periodo d’imposta del de cuius e anche per quella del periodo immediatamente precedente, se il relativo termine non era ancora scaduto alla data del decesso o il de cuius stesso non vi avesse già provveduto;

§  Medesimi soggetti di cui sopra per la dichiarazione Mod. 770 Ordinario e per l’invio delle certificazioni di sostituto d’imposta (Mod. 770 Semplificato) per i pagamenti effettuati negli stessi periodi d’imposta individuati nei due punti precedenti

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI DEI REDDITI PER

TIPOLOGIA DI SOGGETTI

Si rammenta, che la Finanziaria 2008 ha esteso l’OBBLIGO DELL’INVIO TELEMATICO a tutti i contribuenti con la sola esclusione di coloro che non possono presentare il mod. 730 perché privi di datore di lavoro o non titolari di pensione o eredi dei medesimi soggetti.

Sono altresì escluse le persone fisiche NON titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo che inviano l’UNICO/PF dall’estero mediante raccomandata o altro sistema avente data certa.

La Finanziaria 2008 stabilisce che la dichiarazione IRAP dal 2009 (redditi 2008) esce dal modello UNICO in attesa di diventare, a tutti gli effetti, un’imposta regionale. Dovrà essere presentata direttamente alla Regione o alla Provincia autonoma. E’ prevista l’emanazione di un decreto di natura regolamentare del MEF (da emanarsi entro il 31.03.2008) che stabilirà termini e modalità di presentazione.

·         SOGGETTI IRES:

1.    Società di capitali residenti qualunque sia la dimensione del capitale sociale (art. 72, c. 1, lettera a, T.U.I.R.);

2.    Enti di cui all’attuale art. 72, c. 1, lettera b) del T.U.I.R., qualunque sia la dimensione del patrimonio netto.

3.    Società di ogni tipo (escluse quelle semplici ed equiparate) ed enti commerciali non residenti per i redditi prodotti in Italia (art. 72, c. 1, lettere c e d, T.U.I.R.).

Invio telematico obbligatorio, sia diretto (Internet o Entratel)*, sia tramite intermediari abilitati.

·         SOCIETA’ DI PERSONE E SOGGETTI ASSIMILATI:

1.    Società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e società ed associazioni ad esse equiparate (art. 6, c. 1, DPR 600/73)

Invio telematico obbligatorio, sia diretto (Internet o Entratel)*, sia tramite intermediari abilitati.

·         PERSONE FISICHE:

1.    Soggetti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili che non possono presentare il mod. 730 perché privi di datore di lavoro o non titolari di pensione.

Invio telematico sia diretto (solo Internet)*, sia tramite intermediari abilitati, sia presso l’Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate; unica possibilità rimasta di presentazione cartacea presso un ufficio postale

2.    Soggetti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili diversi da quelli di cui al n. 1.

Invio telematico obbligatorio sia diretto (solo Internet)*, sia tramite intermediari abilitati, sia presso l’Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate.

3.    Soggetti obbligati alla tenuta delle scritture contabili (imprese e lavoratori autonomi).

Invio telematico obbligatorio sia diretto (Internet o Entratel)*, sia tramite intermediari abilitati, sia presso l’Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate.

·         INTERMEDIARI ABILITATI:

Unicamente tramite invio telematico diretto (solo Entratel)* (modalità obbligatoria per tutte le dichiarazioni da essi predisposte).

* L’invio telematico DIRETTO deve avvenire tramite Internet (Fisco Online) se il contribuente se ne vuole avvalere pur non essendone obbligato, ovvero quando è obbligato, ma non è tenuto alla compilazione del Mod. 770 o vi è tenuto, ma il numero dei soggetti è uguale o inferiore a 20; vi è viceversa l’obbligo di utilizzare il canale Entratel se il numero dei soggetti è maggiore di 20. Chi è già autorizzato all’utilizzo di Entratel (solitamente società appartenente ad un gruppo), non deve necessariamente richiedere l’iscrizione ad Internet (Fisco Online), anche se rientra nella casistica specifica di tale invio telematico, ma può continuare ad utilizzare il canale Entratel. Si considera trasmissione telematica diretta anche la presentazione tramite consegna all’Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate.

M O D A L I T A’ DI V E R S A M E N T O

Dal 1 ottobre 2006 tutti i VERSAMENTI CON MOD. F24 dovuti dai soggetti IRES e dal 1 gennaio 2007 quelli dovuti da tutti i soggetti in possesso di Partita IVA, non possono più essere effettuati con modalità cartacea in banca o posta, ma devono essere OBBLIGATORIAMENTE ESEGUITI MEDIANTE INVIO DI UN FILE TELEMATICO all’Agenzia delle Entrate ovvero TRAMITE HOME BANKING, sia direttamente sia tramite gli intermediari abilitati. L’uso del mod. F24 è stato obbligatoriamente esteso, dal 01.01.2008, anche agli enti pubblici (mod. F24EN) sottoposti ai vincoli del sistema di tesoreria unica dello Stato, per i versamenti di ritenute IRPEF, addizionali e IRAP.

Con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia Entrate del 21.06.2007 è stata concessa la possibilità agli intermediari Entratel di trasmettere i mod. F24 per conto dei contribuenti che ne fanno richiesta, mediante addebito unico dell’intero file e per le somme complessivamente in esso contenute, sul proprio conto corrente.

Con la Circolare 30/E del 29/09/2006 l’Agenzia delle Entrate concede la possibilità di presentare ancora il mod. F24 cartaceo agli sportelli bancari, postali o dei concessionari soltanto in determinati casi (si premette che banche e Posta non sono obbligate a controlli di sorta sull’utilizzabilità del mod. F24 cartaceo da parte del soggetto che si presenta allo sportello):

§  Quando si utilizzano mod. F24 predeterminati. Si tratta di quelli emessi dall’Agenzia delle Entrate in relazione ad accertamenti ex art. 36bis e 36ter del DPR 600/73 e quelli inviati dai comuni per il pagamento dell’ICI (vedi la sezione altri termini di versamento);

§  Quando si utilizzano i mod. F24 inviati dall’INPS per le rate fisse dell’IVS artigiani, commercianti e agricoli e il contribuente non aggiunge ulteriori voci al precompilato. Modalità ormai alida solo per i soci tenuti al versamento contributivo in quanto già dal 2007 l’INPS non invia più ai soggetti IVA i modelli precompilati, ma solo le “Avvertenze” con gli importi e i codici da indicare nel mod. F24.

§  Per le rate ancora mancanti dei versamenti rateizzati di Unico/2006 se la rateazione è iniziata prima del 4 luglio 2006. Modalità ormai inesistente;

§  Per i titolari di Partita IVA che usufruiscono di crediti d’imposta utilizzabili solo presso gli Agenti della riscossione, quali il cod. 6766 (commercio elettronico), 6707 (ricerca e sviluppo industriale), 6603 (PMI) e 6706 (agevolazioni in forma automatica):

§  Per i versamenti effettuati dagli eredi di un titolare di partita IVA, relativamente ai soli adempimenti della liquidazione dell’attività del de cuius;

§  Per gli agricoltori in possesso di partita IVA esonerati dagli adempimenti ex art. 34 c. 6, DPR 633/72 con volume d’affari fino ad € 7.000,00 (limite fissato dal D.L. 262/2006) e ciò in quanto sono esonerati da adempimenti IVA, non sono imprenditori ai fini imposte dirette e non sono soggetti IRAP;

§  Per i soggetti che hanno cessato la partita IVA, relativamente ai versamenti di imposte contributi e premi inerenti l’attività cessata;

§  Per gli imprenditori individuali che affittano l’unica azienda e ai quali è temporaneamente sospesa la partita IVA;

§  Per i titolari di P. IVA impossibilitati, per cause oggettive, ad utilizzare un proprio c/c bancario o postale (protestati, falliti, ecc.) compresi i curatori fallimentari. Il comunicato stampa afferma inoltre che questi soggetti possono comunque utilizzare anche il canale telematico CBI tramite delega ad un intermediario che utilizzi il proprio c/c di studio.

Inoltre con un comunicato stampa del 28/09/06 l’Agenzia ha confermato che è meramente facoltativo l’utilizzo dell’invio telematico per il versamento delle Accise (mod. “F24-Accise”) in quanto esula dalla normativa, non essendo il mod. F24 l’unico mezzo di pagamento, potendole versare anche in Tesoreria.

TERMINI DI VERSAMENTO DEL SALDO E DEL 1^ ACCONTO

(esclusi ICI e IVA periodica)

I.V.A. ANNUALE Scadenza naturale: 16/03/2008

Solo per i soggetti ammessi all’UNICO: possibilità di differimento del versamento al 16/06/2008 con maggiorazione dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese a partire dal 16/03/2008. Possibilità di ulteriore differimento al 16/07/2008 con maggiorazione dello 0,40% calcolata sul saldo IVA aumentato della maggiorazione dovuta dal 16/03 al 16/06.

UNICO PF Scadenza naturale: 16/06/2008 (anche per eredi con modulistica 2007) Irpef – Irap Per tutti i soggetti: possibilità di differimento del versamento al 16/07/2008 con la maggiorazione dello 0,40%.

UNICO SP Scadenza naturale: 16/06/2008 (anche per modulistica 2007)

Irap Per tutti i soggetti: possibilità di differimento del versamento al 16/07/2008 con la maggiorazione dello 0,40%.

UNICO SC – ENC Scadenza naturale: termine mobile

Ires – Irap Soggetti IRES che approvano il bilancio entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio o della gestione: entro il giorno 16 del sesto mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta;

Soggetti IRES che per disposizione di legge o di statuto approvano il bilancio oltre il termine di quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio o della gestione: entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del bilancio, o a quello di scadenza se non approvato nei termini legali o statutari; è irrilevante la data di approvazione in 2^ convocazione se successiva a quella di scadenza;

Soggetti IRES per il periodo antecedente la trasformazione, liquidazione, fusione e scissione: entro il giorno 16 del sesto mese successivo a quello di decorrenza degli effetti fiscali;

Per tutti i soggetti sopraindicati: possibilità di differimento del versamento al trentesimo giorno successivo con la maggiorazione dello 0,40%.

Per tutti i versamenti precedenti, è prevista la possibilità di rateizzazione a cadenza mensile, con un numero di rate libero, purché l’ultima rata scada entro il mese di novembre. Sugli importi rateizzati si applica l’interesse del 6% annuo calcolato con il metodo commerciale e in modo forfetario tra la data di scadenza di una rata e la successiva, indipendentemente dal giorno di effettivo pagamento. Le rate successive alla prima scadono il giorno 16 del mese per i soggetti con partita IVA e l’ultimo giorno del mese per i privati non imprenditori.

ALTRI VERSAMENTI PER ACCONTI E SALDI DI IMPOSTE DIRETTE,

I.C.I. E I.V.A. (esclusa periodica)

SECONDO O UNICO ACCONTO IRPEF-IRES-IRAP: 30/11/2008

ACCONTO I.C.I. : 16/06/2008 Versamento della prima rata pari al 50 % dell’imposta dovuta, calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni in vigore nel Comune nei dodici mesi del 2007;

VERSAMENTO I.C.I. Versamento in unica soluzione per chi sceglie questa

UNICA SOLUZIONE: 16/06/2008 modalità in alternativa al versamento separato di acconto e

saldo. In questo caso occorre però applicare l’aliquota e le detrazioni deliberate dal Comune per l’anno 2008 e non quelle deliberate per il 2007;

SALDO I.C.I. : 16/12/2008 Versamento del saldo per chi ha scelto di versare in due rate, calcolato applicando l’aliquota e le detrazioni deliberate dal Comune per il 2008, comprensivo di eventuali conguagli sulla prima rata versata a giugno.

L’ I.C.I. può essere versata alternativamente:

v  Mediante l’utilizzo di bollettino postale sul c/c del Concessionario delle imposte o del Comune (se l’ha istituito);

v  Mediante utilizzo del mod. F24 Sezione “Ici ed altri tributi locali” ovvero utilizzando il mod. “F24 predeterminato” inviato dal Comune; questa modalità è utilizzabile dal 01/05/2007 (D.L. 223/06) indipendentemente dalla sottoscrizione della convenzione con l’Agenzia Entrate da parte del Comune, con possibilità di compensazione del debito I.C.I. con eccedenze disponibili di altre imposte. Termini e modalità sono stati stabiliti con apposito Decreto Direttoriale dell’Agenzia Entrate in data 26/04/2007;

v  Mediante modalità di pagamento diverse stabilite dal Comune nell’ambito della sua autonomia regolamentare.

Ulteriori notizie in merito all’ICI e alle relative dichiarazioni si trovano nella nota finale a margine del termine fisso per l’invio di UNICO PF e SP.

ACCONTO I.V.A. : 27/12/2008 Soggetti esclusi e normative particolari:

(termine fisso)

·         Contribuenti non tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale IVA:

*       Produttori agricoli in regime di esonero (D.L. 262/2006) per corrispettivi inferiori ad € 7.000,00;

*       Imprese individuali e professionisti “minimi” in regime di franchigia (D.L. 223/2006) per volume d’affari inferiore ad € 7.000,00;

*       Soggetti che hanno effettuato solo operazioni esenti art. 10 o hanno optato per l’esonero da adempimenti dell’art. 36-bis (non devono aver operato la rettifica della detrazione dell’art. 19-bis2, né aver acquistato oro o argento con il sistema del reverse-charge o avere registrato operazioni intracomunitarie, né tantomeno aver effettuato operazioni imponibili anche se con attività separata);

*       Contribuenti esercenti l’attività di intrattenimento o svago che si avvalgono del regime speciale dell’art. 74, c. 6, DPR 633/72;

*       Soggetti che, avendone i requisiti, hanno optato per l’applicazione delle disposizioni della Legge 398/1991;

*       Imprenditori individuali che hanno affittato l’unica azienda e ai quali è stata sospesa la P. IVA in quanto non svolgono altra attività.

*       Soggetti passivi d’imposta residenti in altri stati UE senza stabile organizzazione in Italia che abbiano effettuato nel territorio dello Stato solo operazioni non imponibili, esenti, non soggette o senza obbligo di pagamento dell’IVA;

*       Soggetti residenti extra UE, non identificati in ambito comunitario, ma identificati ai fini IVA in Italia (art. 74-quinques) per attività di e-commerce esercitata nei confronti di consumatori privati residenti in Italia o altro Stato membro della UE

·         Contribuenti che hanno cessato l’attività entro il 30/11/08 (mensili) o entro il 30/09/08 (trimestrali)

·         Società estinte in seguito ad operazioni societarie di fusione, incorporazione, scissione, conferimento d’azienda o altre trasformazioni sostanziali soggettive se avvenute entro il 30/11/08 (mensili) o entro il 30/09/08 (trimestrali). Se invece l’operazione avviene successivamente alle date sopraindicate ed entro il 27/12/2008 chi continua l’attività calcola l’acconto IVA per ogni soggetto coinvolto nell’operazione ed effettua, se dovuto, un unico versamento compensando algebricamente le posizioni debitorie e creditorie giacché subentra negli obblighi delle preesistenti società;

·         Contribuenti che hanno iniziato l’attività nel 2008;

·         Contribuenti a credito nel mese di dicembre 2007 (se mensili) o nella dichiarazione IVA/2008 (se trimestrali) al lordo dell’acconto versato;

·         Produttori agricoli in regime speciale con versamento annuale dell’IVA, senza liquidazioni periodiche (Comunicato stampa Minfinanze 18/12/98);

·         Contribuenti che si trovano nel primo anno di applicazione dell’IVA nei modi ordinari in seguito all’uscita dal regime speciale dell’attività di intrattenimento o svago dell’art. 74, c. 6, DPR 633/72;

·         Contribuenti che hanno optato per il regime delle Nuove Iniziative Produttive (N.I.P.) o quello delle Attività Marginali (artt. 13 e 14 L. 388/2000) con versamento annuale dell’IVA, senza liquidazioni periodiche. L’esonero vige sia in costanza dell’opzione, sia nel primo anno di uscita dal regime (Risoluzione 23/12/2004 n. 157);

·         Contribuenti che pur avendo effettuato un versamento per il mese di dicembre o per l'ultimo trimestre del 2007, oppure in sede di dichiarazione IVA/2008, prevedono di chiudere l’annualità Iva 2008 con un credito (metodo previsionale);

·         Imprenditore individuale che ha affittato l’unica azienda nel 2008 e al quale è stata sospesa la Partita IVA entro il 30/09/08( trimestrale) o 30/11/08 (mensile) in quanto non svolge altra attività.

ACCONTO I.V.A. : entro sei mesi dal decesso:

(termine mobile)

·         Gli eredi possono versare l’acconto IVA (2007) per l’impresa del de cuius (qualora egli stesso non vi avesse già autonomamente ottemperato) entro sei mesi dal decesso anche se il decesso avviene entro il 27/04/2008 (nei quattro mesi dalla scadenza)

Non è dovuta la maggiorazione dell’1% per i contribuenti trimestrali.

(Versamento minimo € 103,29 pari all’88% di € 117,38 – L. 405/90)

 
LIQUIDAZIONI PERIODICHE I.V.A. anno 2008 e relativi versamenti

Ogni 16 del mese Liquidazione periodica contribuenti mensili e relativo versamento;

16/2 Liquidazione IV trimestre 2008 e relativo versamento per i trimestrali “speciali”

art. 74 commi 4 e 4bis DPR 633/72

16/5 – 16/8 Liquidazioni periodiche contribuenti trimestrali e relativi versamenti per il

16/11 I – II e III trimestre 2008;

Tutti i versamenti relativi alle liquidazioni periodiche, esclusi quelli del quarto trimestre dei trimestrali non “speciali”, devono essere effettuati entro il giorno 16 del mese di scadenza (D.Lgs. 422/98)

RICHIESTE DI RIMBORSO E/ O UTILIZZO DEL CREDITO IVA INFRANNUALE

(Telematico obbligatorio)

30/4–31/7-31/10 Presentazione richieste di rimborso e/o utilizzo in compensazione del credito

IVA infrannuale del I – II – III trimestre per tutti i contribuenti con modello approvato il 21.03.2008 con provvedimento del Direttore dell’Agenzia Entrate. (Modalità telematica obbligatoria dal 2008).

COMUNICAZIONE PER L’UTILIZZO DI CREDITI IN COMPENSAZIONE

(Telematico obbligatorio)

***new***(Legge Finanziaria 2007) I titolari di Partita IVA che intendono eseguire compensazioni con il mod. F24 per importi superiori a € 10.000,00 dovranno comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate, entro il quinto giorno lavorativo precedente il versamento, l’importo e la tipologia di credito che intendono utilizzare nella successiva compensazione. La mancata risposta dell’Agenzia entro il terzo giorno lavorativo successivo a quello di comunicazione, vale come silenzio assenso. La decorrenza della norma è subordinata alle istruzioni dell’Agenzia e alla predisposizione del modello di comunicazione.

Il provvedimento è, ad oggi, conosciuto solo in bozza, nella quale l’Agenzia prevederebbe che il limite di € 10.000,00 sia da considerarsi per anno solare e non per singola compensazione e dove è anche previsto che l’Agenzia tenga conto, ai fini dell’eventuale diniego, anche dei debiti a ruolo scaduti, se di importo complessivo pari o superiore ad € 1.000,00; è inoltre previsto che il diniego comunicato oltre il termine dei tre giorni, vale solo per le compensazioni non ancora operate entro il quinto giorno successivo alla ricezione del diniego stesso.

TRASMISSIONE LETTERE DI INTENTO CLIENTI ESPORTATORI ABITUALI

(Telematico obbligatorio)

Ogni 16 del mese Presentazione delle comunicazioni dei dati contenuti nelle dichiarazioni

d’intento ricevute dai clienti esportatori abituali nel mese precedente.

TRASMISSIONE DEI CORISPETTIVI RISCOSSI – contribuenti in franchigia

(Telematico obbligatorio)

25/01/2008 new I soggetti minimi in franchigia (volume affari inferiore a 7.000,00 euro) che non hanno

Ultimo invio optato per il regime normale IVA, devono trasmettere mensilmente (anche tramite intermediari abilitati) l’ammontare complessivo dei corrispettivi riscossi nel mese precedente. La comunicazione va eseguita anche nei mesi in cui vi sia assenza di corrispettivi e può essere annullata e sostituita entro i successivi 15 giorni dalla scadenza dell’obbligo di invio. Il primo invio doveva essere effettuato entro il 25 settembre 2007 per trasmettere i corrispettivi relativi al periodo 01.01.2007 – 31.08.1007.

Nel 2008 dovrà essere effettuato il solo invio del mese di dicembre, essendo stato abolito il regime di franchigia con la Finanziaria 2008. Il nuovo regime dei contribuenti minimi, assorbente del regime di franchigia, non prevede uno specifico invio telematico dei corrispettivi riscossi.

TRASMISSIONE DEI CORISPETTIVI RISCOSSI – altri contribuenti

(Telematico obbligatorio)

Si riportano le scadenze per la trasmissione telematica dei corrispettivi per tutti gli altri contribuenti NON in franchigia, così come annunciate dal comunicato stampa dell’Agenzia entrate il 30 aprile 2007, ma i cui decreti attuativi non sono ancora, a tutt’oggi, apparsi sulla Gazzetta Ufficiale. Il provvedimento è stato sospeso il 10.09.2007 in attesa di definire le modalità di rilascio degli scontrini non aventi valore fiscale. Tutte le date e i riferimenti temporali indicati andranno quindi ovviamente modificati, mentre nel frattempo la Finanziaria 2008 ha spostato al 01.01.2009 l’obbligo di immettere sul mercato solo misuratori fiscali idonei alla trasmissione telematica dei corrispettivi. Dovranno essere comunicati i corrispettivi GIORNALIERI (compresivi di fatture emesse al dettaglio) comunicando anche le giornate in cui vi sia assenza di corrispettivi. Con il primo invio dovranno essere trasmessi i corrispettivi relativi al periodo dal 01.07.2007 alla prima scadenza utile per tipologia di contribuente:

Queste le date previste dal comunicato stampa del 10.09.2007

Grande distribuzione: dal 25/09/2007 con cadenza settimanale;

Volume d’affari 2006 maggiore di 6 milioni di euro: dal 25/10/2007 con cadenza mensile entro il giorno 25 del mese successivo;

Volume d’affari 2006 tra 600.001 e 6 milioni di euro: dal 25/11/2007 con cadenza mensile (entro il giorno 25 del mese successivo) o trimestrale (entro il giorno 25 del secondo mese successivo ai primi tre trimestri solari) a seconda della periodicità IVA;

Volume d’affari 2006 fino ad 600.000 euro: dal 25/03/2008 (sia mensili che trimestrali) con cadenza mensile (entro il giorno 25 del mese successivo) o trimestrale (entro il giorno 25 del secondo mese successivo ai primi tre trimestri solari) a seconda della periodicità IVA;

Inizio attività nel 2007: dal 25/03/2008 (sia mensili che trimestrali) con cadenza mensile (entro il giorno 25 del mese successivo) o trimestrale (entro il giorno 25 del secondo mese successivo ai primi tre trimestri solari) a seconda della periodicità IVA;

ELENCHI INTRASTAT SCADENTI NEL 2008

Le scadenze vanno incrementate di 5 giorni se si utilizza la presentazione telematica in convenzione con l’Agenzia delle Dogane utilizzando il sistema EDI (Electronic Data Interchange)

31/01/2008 Presentazione elenchi relativamente alle operazioni dell’anno 2007 dei contribuenti con obbligo annuale e relativamente al IV trimestre 2007 (solo vendite) dei contribuenti con obbligo trimestrale;

Ogni 20 del mese Presentazione elenchi dei contribuenti con obbligo mensile relativamente alle operazioni del mese precedente. Il modello Intrastat relativo al mese di luglio deve essere presentato entro il 6 settembre (anziché il 20 agosto);

30/04-31/07-31/10 Presentazione elenchi dei contribuenti con obbligo trimestrale relativamente alle operazioni del trimestre precedente (solo vendite).

LIMITI DI VALORE PER LE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

VENDITE: Annuali fino a € 40.000,00

Trimestrali oltre e fino a € 250.000,00

Mensili oltre € 250.000,00

ACQUISTI: Annuali fino a € 180.000,00

Trimestrali obbligo soppresso

Mensili oltre € 180.000,00

Sia per le cessioni che per gli acquisiti intracomunitari, fino all’importo in Euro di 20.000.000,00 di scambi effettuati l’anno precedente, non deve essere compilata la parte statistica del modello relativa al valore statistico, alle condizioni di consegna e al modo di trasporto. La nomenclatura combinata e la natura della transazione sono considerati dati solo statistici con obbligo, quindi, per i soli contribuenti mensili. Con il Decreto Mineconomia del 03/08/2005, inoltre, sono state escluse, ai soli fini statistici, dalla presentazione del Mod. Intrastat, a partire dal 2006, le transazioni intracomunitarie di una determinata serie di beni.

ATTENZIONE:

Ø  A partire dal 2007, al superamento dei limiti bisogna cambiare la periodicità degli elenchi già nel primo periodo immediatamente successivo e non più l’anno seguente; all’atto della presentazione del primo elenco con la nuova periodicità si deve presentare anche un elenco relativo alle operazioni dei mesi precedenti il superamento del limite.

Ø  Dal 01.01.2008 entra in vigore la nuova nomenclatura combinata (Regolamento CE n. 1214/2007 del 20.09.2007) da utilizzare a partire dal modello Intrastat di gennaio, nella quale, come in passato, sono stati modificati diversi codici..

27 STATI MEMBRI DELL’UNIONE EUROPEA NEL 2008: ITALIA-BELGIO-LUSSEMBURGO-PAESI BASSI-FRANCIA-GERMANIA (SOCI FONDATORI C.E.C.A. 1952 E C.E.E. 1958) --- GRAN BRETAGNA-IRLANDA-DANIMARCA (1973) --- GRECIA (1981) --- PORTOGALLO-SPAGNA (1986) --- FINLANDIA-AUSTRIA-SVEZIA (1995) --- CIPRO-ESTONIA-LETTONIA-LITUANIA-MALTA-POLONIA-REPUBBLICA CECA-SLOVACCHIA-SLOVENIA-UNGHERIA (2004) --- ROMANIA-BULGARIA (2007)

15 STATI ADERENTI ALL’AREA EURO NEL 2008: BELGIO-PAESI BASSI-LUSSEMBURGO-AUSTRIA-GERMANIA-ITALIA-FRANCIA-PORTOGALLO-SPAGNA-IRLANDA-FINLANDIA (1999) --- GRECIA (2001) --- SLOVENIA (2007) --- MALTA-CIPRO (2008)

 
ANNOTAZIONI FINALI COMUNI

MODULISTICA: Le dichiarazioni dei redditi e Irap dei soggetti IRES relative a periodi d'imposta chiusi prima del 31 dicembre (e quindi non in corso a tale data) dovranno essere presentate utilizzando la modulistica dell'anno precedente: UNICO SC-SNC/2007. Le società di persone invece utilizzano il modello dell’anno in corso: UNICO SP/2008, ma solo se reso disponibile prima della scadenza.

OPERAZIONI STRAORDINARIE: Nei casi di fusione, scissione, conferimento, successione ereditaria e donazione d’azienda, la dichiarazione IVA comportante trasferimento del debito e del credito dovrà essere presentata dai cosiddetti “aventi causa”, cioè i soggetti beneficiari, per l’intero anno solare e con particolari modalità. Dopo la riforma societaria del 2005 la data di effetto della liquidazione è legata unicamente al momento di iscrizione presso il Registro delle Imprese della dichiarazione di accertamento della causa di scioglimento da parte degli amministratori oppure della delibera assembleare con cui si soci volontariamente decidono in merito. Per le ditte individuali ha valore invece la data indicata nel mod. di variazione dati IVA di cui all’art. 35 del DPR 633/72, non essendo più prevista la raccomandata di messa in liquidazione da inviare all’Agenzia delle Entrate.

PRESENTAZIONE TELEMATICA: I soggetti obbligati alla trasmissione telematica della propria dichiarazione, e coloro che pur non essendone obbligati, scelgono la trasmissione telematica, sia che lo facciano in via diretta (Internet o Entratel), sia che si avvalgano di intermediari abilitati, presentano il proprio Mod. UNICO/2008 entro il termine stabilito per la trasmissione telematica dello stesso. N.B.: Le scadenze per l’invio telematico indicate nei prospetti, si intendono riferite unicamente agli intermediari abilitati, a chi effettua l’invio telematico diretto (Internet o Entratel) e all’Agenzia delle Entrate.

PRESENTAZIONE DEI MODELLI ALL’INTERMEDIARIO: Per qualunque dichiarazione presentata all'intermediario dopo la scadenza del termine stabilito per la presentazione telematica, la trasmissione deve essere effettuata nel termine di un mese dal rilascio dell’impegno a trasmettere che l’intermediario deve obbligatoriamente rilasciare al contribuente. Non vi è nessun obbligo da parte dell’intermediario di accettare la dichiarazione da presentare con modalità telematica. Nel caso non sia previsto un termine specifico per l’invio telematico, questo deve avvenire entro un mese dalla scadenza del termine previsto per la presentazione in Banca o Posta. L’intermediario deve rilasciare entro 30 giorni al contribuente la ricevuta dell’avvenuta presentazione in via telematica.

FALLIMENTO E LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA: I curatori e i commissari liquidatori devono presentare la dichiarazione ai soli fini IRAP per la residua frazione del primo esercizio e per gli esercizi successivi, e soltanto se vi è stato esercizio provvisorio. Per la dichiarazione dei redditi invece, si considera sempre un unico periodo dall’inizio alla fine della procedura, qualunque sia la durata della stessa e indipendentemente dal fatto che sia stato autorizzato l’esercizio provvisorio d’impresa. Sono sempre obbligati all’invio telematico. Le dichiarazioni redditi e IRAP del periodo d’imposta precedente alla nomina, sono invece sempre a carico del contribuente sottoposto a procedura concorsuale.

DICHIARAZIONI TARDIVE, INTEGRATIVE E RETTIFICATIVE: Le dichiarazioni si intendono presentate quando sono inviate telematicamente, ma sono considerate comunque valide le dichiarazioni inviate entro 90 giorni dalla scadenza (a titolo di esempio: 29/12/2008 per UNICO/2008), fatta salva l’applicazione delle sanzioni per il ritardo del contribuente ed eventualmente dell’intermediario. Superati i 90 giorni le dichiarazioni, anche se presentate, si considerano omesse a tutti gli effetti pur costituendo titolo per la riscossione delle imposte e delle ritenute indicate. Le dichiarazioni dei redditi, dell’IRAP e i Mod. 770 possono essere integrati entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione, per correggere errori ed omissioni (sia a favore dell’Erario che del contribuente), utilizzando modelli conformi a quelli dell’anno di competenza; eventuali crediti risultanti dovranno essere richiesti a rimborso con separata istanza. Se l’integrazione avviene entro il termine di presentazione relativo al periodo d’imposta successivo per correggere errori ed omissioni a favore del contribuente, sussiste il diritto all’immediato utilizzo in compensazione nel Mod. F24 dell’eventuale credito risultante dalla rettifica. (Secondo l’Agenzia delle Entrate (parere non condiviso da chi scrive) il termine “lungo” di quattro anni può essere utilizzato solo per le dichiarazioni a favore dell’Erario).

FESTIVITA': Tutte le date di questi prospetti, sia dichiarative sia di versamento, se cadenti di sabato (escluso INTRASTAT) o giorno festivo sono spostate al primo giorno feriale successivo.


Rag. Giuseppe Zambon
Consulente fiscale

www.studiozambon.it
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: fisco

» Tutti gli articoli su overlex in tema di fisco

Siti di interesse per l'argomento: fisco

» Visure camerali on line
Visure, bilanci, protesti on line

» www.legalefiscale.it
News e articoli in materia fiscale






Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading