Forme citazione a giudizio procedimento penale innanzi Giudice di Pace: ricorso immediato della persona offesa, art. 21 Decreto Legislativo 28/08/2000, n. 274
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 02/06/2008 Autore Avv. Alessandro Amaolo Altri articoli dell'autore


Le forme di citazione a giudizio nel procedimento penale innanzi al Giudice di Pace: il ricorso immediato della persona offesa, di cui all’art. 21 Decreto Legislativo 28 agosto 2000, n. 274

In via preliminare si osserva che l’ambito di applicazione del ricorso immediato della persona offesa, di cui all’art. 21 D.Lgs.vo n. 274/2000,  è limitato ai soli reati perseguibili a querela di parte.
Inoltre, il predetto istituto giuridico rappresenta un’innovazione per il nostro sistema processuale poiché è in grado di valorizzare la posizione della vittima del reato all’interno del procedimento penale. In sintesi, il ricorso immediato della persona offesa nei procedimenti penali innanzi al Giudice di Pace  costituisce una specie di  “azione penale privata sui generis”.
Il ricorso immediato(1) della persona offesa si caratterizza per l’assenza di indagini in quanto la Polizia Giudiziaria ed il P.M  ne vengono a conoscenza solo quando il ricorso viene depositato in copia presso la segreteria del Pubblico Ministero. Pertanto, il predetto ricorso consente di ridurre i tempi del processo penale e, quindi, di renderli più celeri, rapidi anche in considerazione del fatto che l’udienza di comparizione deve essere fissata non oltre il novantesimo giorno dalla data del deposito del ricorso. Tuttavia, dal maggior potere processuale conferito dal ricorso immediato alla vittima del reato ne corrisponde e ne deriva anche una sua maggiore responsabilizzazione(2).
Inoltre, si osserva che nell’ipotesi in cui la persona offesa sia un minore di anni 14 o un interdetto per infermità mentale, il ricorso deve necessariamente essere sottoscritto dal genitore, dal tutore o dal curatore ovvero dal curatore speciale (art. 21, comma 4, D.Lgs.vo n. 274/2000).
Infine, il ricorso immediato al giudice di pace, al fine di essere valido ed efficace, deve contenere al suoi interno tutti i seguenti requisiti di legge sotto pena di nullità:

  1. l’indicazione del giudice;
  2. le generalità del ricorrente e, se si tratta di persona giuridica o di associazione non riconosciuta, la denominazione dell’ente, con l’indicazione del legale rappresentante;
  3. l’indicazione del difensore del ricorrente e la relativa nomina;
  4. l’indicazione delle altre persone offese dal medesimo reato delle quali il ricorrente conosca l’identità;
  5. le generalità della persona citata a giudizio;
  6. la descrizione, in forma chiara e precisa, del fatto che si addebita alla persona citata a giudizio, con l’indicazione degli articoli di legge che si assumono violati;
  7. i documenti di cui si chiede l’acquisizione;
  8. l’indicazione delle fonti di prova a sostegno della richiesta, nonché delle circostanze su cui deve vertere l’esame dei testimoni e dei consulenti tecnici;
  9. la richiesta di fissazione dell’udienza per procedere nei confronti delle persone citate a giudizio.

In conclusione, si deve affermare che il ricorso immediato rappresenta una fattispecie piuttosto articolata ed a formazione progressiva in cui il ricorso della persona offesa diviene uno strumento giuridico in grado di innescare un complesso iter processuale. Pertanto, quest’ultimo si conclude mediante un provvedimento del giudice che funge da filtro nei confronti delle iniziative pretestuose o strumentali. Tuttavia, tale iter non può non coinvolgere anche il pubblico ministero, che resta sempre il titolare (dominus) dell’azione penale in base al principio contenuto all’interno della Carta Costituzionale e, più precisamente, nell’articolo 112.

 

Schema illustrativo di un ricorso immediato della persona offesa
(art. 21 e ss., d.lgs. n. 274/2000)

Ricorso immediato della persona offesa
All’Ill.mo Giudice di Pace con funzioni penali di……….dott……..
Ricorso
Il sottoscritto…………………….., nato a………………………, residente in………………, alla via ………………., n………………., codice fiscale n……………..rappresentato e difeso dall’Avv……….del foro di……………, con studio in…………………, alla via………….n…………….., come da procura in calce al presente atto, quale persona offesa
chiede la citazione a giudizio
di………………..nato il…………….., a ……………, residente in…………………, via…………., n……….., a cu è attribuito il seguente reato di cui all’articolo…………………….;
A questo punto si devono descrivere i fatti accaduti con l’indicazione della/e norme di legge violate ed  danni subiti in conseguenza della condotta materiale del reato.
Inoltre, è necessario indicare tutte le fonti di prova e produrre i relativi documenti, nonché indicare i testimoni che saranno chiamati a deporre su determinate circostanze.
tutto ciò premesso
il sottoscritto………………, ai sensi e per gli effetti dell’art. 21 del d.lgs. n. 274/2000, chiede che sia fissata l’udienza per procedere nei confronti di……………….per i fatti sopraccitati e che vengano accolte le seguenti
conclusioni
□         accertare la penale responsabilità del sig………………in relazione ai fatti di causa ed, in conseguenza, condannarlo alla pena che il Giudice di Pace riterrà di giustizia;
□         condannare  il predetto  al  risarcimento  di  tutti  i danni  materiali,  danni  morali, danni biologici  ed  esistenziali  subiti  in  conseguenza   del  reato   ed   alla  rifusione  delle  spese   processuali  e   legali  sostenute  da  liquidarsi in favore del ricorrente.
Inoltre, il ricorrente, come parte offesa, chiede di essere sentito personalmente e di essere avvisato in caso di richiesta di archiviazione, ai sensi e per gli effetti dell’art. 17 secondo e terzo comma, dichiarando sin da ora di opporsi alla definizione  del  procedimento  ai sensi dell’art. 34 del Decreto Lgs.vo n. 274/2000.
Luogo e data
Il ricorrente………….                                  
                                                                                              E’  autentica
Avv………………….
PROCURA  SPECIALE

Nomino  l’Avv…………….del  Foro  di……………con studio legale in……………., via………., n……., presso il quale eleggo domicilio a rappresentarmi e difendermi nell’instaurando processo penale nei confronti di………….anche al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti in conseguenza del fatto criminoso con ogni più ampio potere e facoltà di legge, incluso quello di nominare sostituti processuali.
In………., in data
                                                                       (firma…………..)
                                                        Visto si autentica la firma del Sig……
                                                                       In………., in data
                                                           Avv…………..


(1)È abnorme il provvedimento con cui il giudice di pace, ricevuto il parere contrario del P.M. sul ricorso immediato presentato dalla persona offesa, ritenendo invece ammissibile il ricorso stesso, restituisca gli atti al P.M. orinandogli di formulare l’imputazione. Cassazione  penale,  sezione  V,  sentenza  3  gennaio  2006, n. 12

(2) Il provvedimento con cui il giudice di pace dichiara l’inammissibilità del ricorso immediato della persona offesa ex art. 21 D.L.vo n. 274 del 2000 non ha natura decisoria per quanto attiene all’azione penale, che prosegue in forme diverse, e quindi non è ricorribile per cassazione, posto che a norma dell’art. 568 c.p.p. sono ricorribili per cassazione i provvedimenti che, sebbene non qualificati come sentenza, hanno carattere decisorio e capacità di incidere in via definitiva sui diritti soggettivi. Cassazione  penale,  sezione   VI,  sentenza  30  luglio  2007, n. 30960 (si veda in tale senso anche Cassazione penale, sezione II, sentenza 20 gennaio 2006, n. 2578)


Avv. Alessandro Amaolo
Avvocato

www.avvocatoamaolo.com
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: penale

» Tutti gli articoli su overlex in tema di penale

Siti di interesse per l'argomento: penale





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading