Concorso di uditore giudiziario - (GU n. 37 del 10-5-2005)
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 20/05/2005 Autore Redazione Altri articoli dell'autore


Decreto ministeriale relativo al diario della prova preselettiva del concorso, per esami, a trecentottanta posti di uditore giudiziario. (GU n. 37 del 10-5-2005)



Visualizza le date e sedi della preselezione >>



MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL'ORGANIZZAZIONE
GIUDIZIARIA DEL PERSONALE E DEI SERVIZI


AVVISO

Decreto ministeriale relativo al diario della prova preselettiva del
concorso, per esami, a trecentottanta posti di uditore giudiziario.

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

Visto il decreto ministeriale 28 febbraio 2004, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale - del 2 marzo 2004, con il
quale e' stato indetto un concorso, per esami, a trecentottanta posti
di uditore giudiziario;
Visto il decreto ministeriale 3 dicembre 2004, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale - del 17 dicembre 2004, con il
quale e' stata disposta la riapertura dei termini di partecipazione
al concorso, per esami, a trecentottanta posti di uditore
giudiziario, di cui al decreto ministeriale 28 febbraio 2004;
Visti gli articoli 13 del decreto ministeriale 28 febbraio 2004 e
6 del decreto ministeriale 3 dicembre 2004, in virtu' dei quali
occorre fissare il diario della prova preliminare;
Visto l'art. 123-bis del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12,
nel testo antecedente all'entrata in vigore della legge 13 febbraio
2001, n. 48, che prevede lo svolgimento della prova preliminare in
Roma ed in sedi decentrate;
Visto l'art. 125 del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, cosi'
come modificato dalla legge 13 febbraio 2001, n. 48;
Vista la delibera del Consiglio superiore della magistratura del
12 giugno 2002 che ha indicato come termine per la nomina della
commissione del concorso i dieci giorni antecedenti alla data di
inizio della preselezione informatica;
Ritenuto di dover procedere alla convocazione dei candidati
secondo il criterio dell'ordine alfabetico;

Decreta:

Art. 1.

Prova preliminare

La prova preliminare del concorso, per esami, a trecentottanta
posti di uditore giudiziario indetto con decreto ministeriale
28 febbraio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie
speciale - n. 17 del 2 marzo 2004, avra' luogo nelle sedi, nelle date
e secondo le modalita' di seguito indicate.


Art. 2.

Sedi in cui avra' luogo la prova

La prova preliminare avra' luogo nelle seguenti sedi:
Bari - Ufficio del giudice di pace - viale Europa n. 73,
traversa 71;
Palermo - Nuovo palazzo di giustizia Cittadella giudiziaria -
via Giovan Battista Pagano;
Roma C.E.D. (Centro elettronico di documentazione) della Corte
di cassazione - via Damiano Chiesa n. 24;
Milano - Palazzo dell'Associazione mutilati ed invalidi di
guerra - via San Barnaba n. 29.
Sul sito Internet www.giustizia.it verranno fornite
tempestivamente ulteriori indicazioni per raggiungere le predette
sedi.


Art. 3.

Criteri di convocazione dei candidati

Ai fini della ripartizione dei candidati nelle diverse sedi si e'
tenuto conto della Procura della Repubblica di residenza
originariamente indicata nella domanda di partecipazione al concorso.
I candidati sosterranno la prova presso la sede nella quale sono
stati raggruppati i diversi distretti di Corte d'appello (di cui al
successivo art. 4) nell'ambito dei quali e' ricompresa la Procura
della Repubblica nel cui circondario ha la residenza il candidato.
I candidati che, successivamente alla presentazione della domanda
di partecipazione, abbiano cambiato residenza e/o abbiano comunicato
il cambio di residenza, devono, comunque, presentarsi nella sede
individuata ai sensi del primo comma.


Art. 4.

Ripartizione dei distretti di Corte d'appello fra le varie sedi

La sede di Bari ricomprende i seguenti distretti di Corte
d'appello: Bari, Catanzaro, Lecce, sezione distaccata di Taranto,
Potenza.
La sede di Palermo ricomprende i seguenti distretti di Corte
d'appello: Caltanissetta, Catania, Messina, Palermo.
La sede di Roma ricomprende i seguenti distretti di Corte
d'appello: Ancona, Bologna, Cagliari, sezione distaccata di Sassari,
Campobasso, Firenze, L'Aquila, Napoli, Perugia, Reggio Calabria,
Roma, Salerno, Venezia.
La sede di Milano ricomprende i seguenti distretti di Corte
d'appello: Brescia, Genova, Milano, Torino, Trento, sezione
distaccata di Bolzano, Trieste.


Art. 5.

Calendario e sedi della prova preliminare

Ai fini della convocazione alla prova preliminare, i candidati
sono ripartiti in ordine alfabetico.
Per le candidate coniugate si fa riferimento al cognome da
nubile.
Di conseguenza, per essere ammessi a sostenere la prova
preliminare, ciascun candidato, fatta eccezione per coloro che hanno
diritto all'esonero, dovra' presentarsi nel giorno e nell'ora
indicati a fianco del gruppo nel quale il medesimo candidato e'
ricompresso, presso la sede stabilita.
I candidati potranno sostenere la prova esclusivamente nella sede
alla quale sono stati assegnati, secondo l'ordine di convocazione di
cui al calendario contenuto nell'allegato A, che costituisce parte
integrante del presente decreto.


Art. 6.

Disposizioni e avvertenze

Per essere ammessi a sostenere la prova preselettiva, i candidati
dovranno presentarsi nella sede, nel giorno e nell'ora indicati,
cosi' come stabilito per ciascuno di essi dal calendario di cui al
precedente articolo.
Non saranno ammessi a sostenere la prova coloro i quali si
presenteranno in luogo, giorno ed ora diversi da quelli stabiliti per
ciascun candidato.
Il candidato il cui cognome e nome non dovesse risultare, per
qualsiasi motivo, ricompreso in alcuno dei turni indicati, si deve
ritenere formalmente convocato a sostenere la prova preliminare nella
sessione immediatamente successiva a quella in cui avrebbe dovuto
essere ricompreso in base al proprio cognome e nome.


Art. 7.

Identificazione

Per accedere ai locali ove si svolge la prova preliminare i
candidati dovranno esibire idoneo documento di identita' tra quelli
indicati nell'art. 35 del decreto del Presidente della Repubblica
28 dicembre 2000, n. 445, recante il testo unico delle disposizioni
legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa.
Ad ogni candidato sara' consegnata una tessera personale
(smart-card) da utilizzare per l'espletamento della prova e da
restituire, al termine della prova medesima, al personale incaricato.
Al momento della consegna della tessera personale (smart-card), i
candidati dovranno verificare l'esattezza dei dati personali (foto e
dati anagrafici) stampati sulla stessa, nonche' controllare
l'esattezza dei dati visualizzati sul monitor, successivamente
all'inserimento della tessera personale (smart-card) nell'apposito
lettore.


Art. 8.

Candidati esonerati dalla prova preliminare

I candidati che hanno diritto all'esonero dalla prova preliminare
sono tenuti a presentarsi, senza altro avviso, nel luogo, nel giorno
e nell'ora che saranno successivamente indicati nel diario delle
prove scritte, di cui al successivo art. 15.


Art. 9.

Candidati non aventi diritto all'esonero

I candidati per i quali il Consiglio superiore della magistratura
ha deliberato non avere diritto all'esonero dalla prova preliminare,
sono convocati a sostenere la prova medesima secondo l'ordine
alfabetico previsto nel calendario di cui all'art. 5.
Ai predetti candidati sara' data comunicazione, singolarmente,
della eventuale delibera del Consiglio superiore della magistratura
che dispone non avere diritto all'esonero dalla prova preliminare.


Art. 10.

Disciplina della prova preliminare

E' fatto assoluto divieto ai candidati di introdurre nell'aula di
esame codici, raccolte normative, testi, appunti di qualsiasi natura,
telefoni cellulari e ogni strumento idoneo alla memorizzazione di
informazioni o alla trasmissione di dati; e' fatto, altresi', divieto
di avvalersi di supporti cartacei per lo svolgimento della prova.


Art. 11.

Norme di salvaguardia

Qualora non fosse possibile espletare una o piu' sessioni della
prova preliminare nella giornata programmata ovvero si rendesse
necessario, per ragioni esclusivamente contingenti, non riferibili ai
candidati, differire la prova di uno o piu' di essi, il presidente
della commissione o del comitato di vigilanza stabilisce la data e
l'ora di rinvio dandone comunicazione in forma orale al candidato o
ai candidati presenti interessati.


Art. 12.

Graduatoria della prova preliminare

Completate tutte le sessioni in ogni sede, la graduatoria
elaborata dal sistema informatico e vistata dalla commissione
esaminatrice, e' resa pubblica mediante affissione nei locali del
Ministero della giustizia, direzione generale dei magistrati -
ufficio III concorsi, via Arenula n. 70, piano terra, stanza n. 50.
Nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale "Concorsi ed esami"
- del 26 luglio 2005 si dara' comunicazione della data in cui
avverra' l'affissione della graduatoria nei locali del Ministero.
Inoltre, ciascun candidato potra' consultare la predetta graduatoria
sul sito Internet www.giustizia.it, digitando il proprio cognome ed
il codice fiscale.


Art. 13.

Ammissione alle prove scritte

In considerazione del fatto che il Consiglio superiore della
magistratura, con delibere del 17 giugno 2004 e del 23 marzo 2005, ha
stabilito l'ammissione con riserva alla preselezione di tutti gli
aspiranti, si procedera' alla verifica del possesso dei requisiti per
l'ammissione al concorso per uditore giudiziario solamente per i
candidati utilmente collocati nella graduatoria della prova
preliminare, nonche' per i candidati ammessi di diritto alle prove
scritte.
Coloro che, a seguito della verifica dei requisiti di cui al
precedente comma, saranno esclusi dal concorso con delibera del
Consiglio superiore della magistratura, saranno, di conseguenza,
esclusi dal prosieguo delle prove, come previsto dal bando di
concorso di cui al decreto ministeriale 28 febbraio 2004 e dalla
normativa generale in materia di concorso per uditore giudiziario.
All'esito delle predette operazioni i candidati ammessi alle
prove scritte riceveranno comunicazione, almeno quindici giorni prima
dello svolgimento delle stesse, mediante pubblicazione del relativo
elenco nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale "Concorsi ed
esami" del 16 dicembre 2005.


Art. 14.

Data di pubblicazione del diario delle prove scritte

Le prove scritte avranno luogo nelle sedi e nelle date che
saranno indicate nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale
"Concorsi ed esami" - del 16 dicembre 2005.
In caso di eventuale rinvio, nella medesima Gazzetta Ufficiale si
dara' comunicazione della nuova data di pubblicazione del diario
delle prove scritte.
Tale pubblicazione avra' valore di notifica a tutti gli effetti
sia per i candidati che accedono alle prove scritte all'esito della
prova preliminare, sia per i candidati ammessi di diritto alle prove
scritte.


Art. 15.

Norme finali

La pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica ha valore di notifica a tutti gli effetti.
Per quanto non previsto nel presente decreto, si richiamano le
disposizioni contenute nel bando di cui al decreto ministeriale
28 febbraio 2004 e nel successivo decreto ministeriale di riapertura
dei termini di partecipazione al presente concorso del 3 dicembre
2004.
Roma, 4 maggio 2005
Il Ministro: Castelli



Redazione
www.overlex.com
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: giustizia

» Tutti gli articoli su overlex in tema di giustizia

Siti di interesse per l'argomento: giustizia





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading