Decreto Bersani Bis: Considerazioni conclusive
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 13/03/2007 Autore Avv. Emanuele Traversa Altri articoli dell'autore

Questo argomento fa parte dell'articolo:

" Decreto Bersani Bis: la seconda fase delle liberalizzazioni (indice) "


Considerazioni conclusive.

Nelle poche pagine che precedono, si è cercato di offrire un quadro delle modifiche introdotte con il D.L. 31 gennaio 2007, n. 7.

Prima facie si tratta di un'ondata di novità, che ha aperto la seconda fase delle liberalizzazioni nel nostro Paese. Ma è davvero così?

Ad un'osservazione più approfondita delle norme in parola, risulta che la maggior parte delle stesse, pur avendo un'indubbia valenza politica, sono dotate di un'efficacia operativa limitata 1. Infatti, molte disposizioni necessitano di successiva attuazione di dettaglio, e sono procrastinate nei mesi a venire, in contrasto con i presupposti per avvalersi della procedura costituzionale di urgenza.

Le principali testate giornalistiche degli ultimi giorni erano sature di commenti negativi sull'opportunità di realizzare l'apertura del mercato per Decreto Legge.

Sul punto, occorre osservare coma sia impossibile paragonare una disposizione, emanata con Decreto Legge, ad una riforma organica di un settore, realizzata di concerto con le parti interessate.

Inoltre, si osserva che le norme del Decreto Bersani II saranno oggetto del confronto parlamentare, quindi, l'intervento attuato con il D.L. n. 7 del 2007, può essere considerato come un input all'attuazione di riforme, auspicate da anni dagli operatori dei diversi settori.

In sede di conversione legislativa, le norme saranno manipolate con modifiche, soppressioni, riformulazioni. Queste consentiranno di migliorare l'iniziativa posta in essere con il provvedimento in parola, realizzando una parziale apertura al mercato di alcuni settori, lungo il tracciato delineato dall'Unione Europea e dall'Antitrust.

Da ultimo, ma non per questo meno importante, si rileva come solo le sinergie generate da un intervento “collaborativo”, dei differenti livelli di governo, potranno apportare vantaggi sia sotto il profilo della tutela del consumatore, sia in materia di concorrenza.

1 Sul punto, cfr. le interessanti osservazioni, in tema di gradualismo degli interventi di liberalizzazione,evidenziata da L. CASSETTI , Ancora liberalizzazioni per Decreto – Legge: l'urgenza (politica) di provvedere e la “gradualità” dell'attuazione delle riforme , in www.federalismi.it


Avv. Emanuele Traversa
Praticante legale
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: fisco

» Tutti gli articoli su overlex in tema di fisco

Siti di interesse per l'argomento: fisco

» Visure camerali on line
Visure, bilanci, protesti on line

» www.legalefiscale.it
News e articoli in materia fiscale






Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading