Sicurezza sul lavoro: Disegno di legge delega del 16-02-07
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 18/02/2007 Autore Avv. Manuela Rinaldi Altri articoli dell'autore


Disegno di legge delega per il testo unico sulla sicurezza sul lavoro approvato dal Consiglio dei Ministri il 16 febbraio 2007  

Le parole chiave per l'emanazione del testo unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro sono riordino, innovazione, coordinamento, semplificazione e maggiore prevenzione con efficaci controlli; sul provvedimento dovrà ora essere acquisito il parere della Conferenza Unificata.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nella seduta del 16 febbraio scorso, su proposta del Ministro del lavoro e della previdenza sociale Cesare Damiano e del Ministro della salute Livia Turco, un disegno di legge che conferirà al Governo la delega per l'emanazione del Testo unico per il riassetto e l'aggiornamento della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

Vediamo nel dettaglio quali saranno le principali novità sulle quali poggeranno le basi per riordinare una complessa ed articolata disciplina stratificata nel tempo, che trova le sue origini e le sue fonti nel lontano 1978:

•  è previsto l'ampliamento del campo di applicazione della normativa in oggetto, con la estensione della tutela a tutte le tipologie di lavoratori e lavoratrici, anche parasubordinati ed autonomi, indipendentemente dalla natura giuridica e dalla qualificazione del rapporto di lavoro che li lega all'imprenditore; particolari categorie di lavoratori saranno guardati con maggiore attenzione, quali i giovani, gli extracomunitari, i lavoratori assunti con contratti di somministrazione, per via della peculiare incidenza di rischio infortunistico di tali soggetti;

•  il sistema sanzionatorio è stato rivisitato e riformulato sia nell'ambito penale che in quello amministrativo; infatti, le sanzioni penali saranno previste solo nella ipotesi in cui si vadano a ledere interessi generali dell'ordinamento:

•  la pena della ammenda fino ad euro ventimila per le violazioni formali;

•  l'arresto fino a tre anni per le violazioni di particolare gravità;

•  l'arresto fino a tre anni ovvero la ammenda fino ad euro centomila negli altri casi;

•  tutte quelle infrazioni che non verranno sanzionate penalmente, saranno punite con una sanzione amministrativa che potrà arrivare fino ad euro centomila;

•  a proposito delle ipotesi e dei casi più gravi, il disegno di legge delega richiama la normativa prevista dal decreto legislativo 231 del 2001, riguardante la responsabilità amministrativa delle società, con la previsione dell'applicazione di meccanismi simili nei casi di reati di omicidio colposo e lesioni colpose commessi in violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro;

•  nei casi sopra menzionati il disegno di legge delega prevede un sistema sanzionatorio con una pena pecuniaria commisurata alle dimensioni societarie (fino a mille quote), e misure interdittive quali la sospensione della attività lavorativa fino ad un anno;

•  dell'incidente sul lavoro sarà chiamata a rispondere anche la società, responsabile; il mancato rispetto della normativa antinfortunistica porterà alla totale esclusione dalle gare di appalto pubbliche sbarrando la strada verso agevolazioni e contributi a carico della finanza pubblica;

•  sarà razionalizzato e coordinato l'intervento ispettivo, rendendo maggiormente efficace la vigilanza, evitando sovrapposizioni e duplicazioni tra i soggetti istituzionalmente deputati a tale scopo, con la ridefinizione dei requisiti e delle funzioni di tutti i soggetti del sistema della sicurezza e salute in azienda;

•  è previsto l'inserimento della materia salute e sicurezza sul lavoro nei programmi scolastici ed universitari e nei percorsi di formazione, proprio allo scopo di una maggiore sensibilizzazione e informazione dei giovani;

•  altro importante capitolo che il testo unico riordinerà sarà la normativa sugli appalti, con un occhio di riguardo al subappalto ed al miglioramento delle regole che disciplinano il coordinamento degli interventi di prevenzione dei rischi.


Avv. Manuela Rinaldi
Avvocato
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: lavoro

» Tutti gli articoli su overlex in tema di lavoro

Siti di interesse per l'argomento: lavoro





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading